venerdì 11 marzo 2016

Facciamo il punto su: Otosan

Buongiorno!
In quest'ultimo mese ho avuto un'otite un po' noiosa da curare, motivo per cui le mie orecchie sono state visitate più e più volte dal medico.
In questo post non vi voglio parlare della mia salute, ma vi ho raccontato questo per farvi capire che durante una di queste visite il mio medico si è accorto che ho una piccola lesione all'interno dell'orecchio dovuta ad un uso errato dei cotton fioc, motivo per cui mi ha vietato di usarli, consigliandomi uno spray auricolare per la pulizia quotidiana.
Parlando con la mia amica Cristina Bio Bellezza (qui il suo canale YouTube e qui la sua pagina Facebook), mi ha consigliato di provare lo spray Otosan, perchè ha ottimo INCI, eccolo qui:


Contentissima di aver trovato una soluzione naturale al mio problema, vado di corsa in farmacia per acquistarlo, ma una volta tornata a casa mi sono accorta subito che c'era qualcosa che non andava. 
L' INCI stampato sulla mia confezione era completamente diverso da quello di Cristina!


Quest'inci non è molto buono per la presenza dei PEG e del propylene glycol.
Delusa ed anche un po' arrabbiata, ho scritto direttamente all'azienda per avere spiegazioni, ecco la loro risposta:

“Il prodotto Otosan Spray Auricolare è una soluzione isotonica salina con una azione emolliente del cerume e detergente del condotto uditivo. La stessa linea di prodotto Otosan Spray Auricolare è presente sul mercato nazionale e internazionale con due differenti tipologie di packaging, una con esplicazione della lista degli ingredienti e l'altra con la semplice indicazione degli “Active Ingredients”, come previsto dalla normativa vigente per i dispositivi medici. Nel prodotto sono presenti cinque estratti vegetali di origine biologica di alta qualità, gli estratti Bio di Limone, Camomilla, Calendula, Malva e Aloe Vera, e l'olio essenziale Tea Tree (Melaleuca Alternifolia). Proprio in virtù della formulazione altamente vegetale si è reso necessario l'inserimento nella formulazione di altri componenti in minima quantità che, seppur di tipo preservante, risultano fondamentali per la stabilità e le funzionalità del prodotto”. 

Insieme a questa risposta, mi è stato chiesto se avessi voglia di provare un campione gratuito delle gocce auricolari naturali. Ma avranno anche loro il "doppio packaging?"

"Le gocce auricolari sono un prodotto delicato, a base di oli essenziali biologici, propoli e ribes nigrum.
La sua composizione oleosa consente al prodotto di mantenere la sua stabilità, senza ricorrere all'aggiunta di coloranti o conservanti di tipo sintetico.
Per tua opportuna valutazione, ti indico di seguito la composizione completa: Prunus Amygdalus Dulcis Oil, Ribes Nigrum Oil, Borago
Officinalis Seed Oil*, Melaleuca Leucadendron Cajaputi Oil*, Juniperus
Communis Fruit Oil*, Eugenia Caryophyllus Bud Oil*, Propolis Extract,
Pelargonium Graveolens Oil*, Bisabolol, Tocopherol, Glycine Soja Oil
Unsaponifiables, Helianthus Annuus Seed Oil Unsaponifiables, Citronellol,
Limonene, Geraniol, Eugenol, Linalool, Citral.
*biologico"
 

Eccomi qui, quindi, a mostrarvi il contenuto del pacco ricevuto da Otosan: oltre alle gocce auricolari mi hanno mandato anche una confezione di coni per l'orecchio... davvero gentili!

Ora che le mie orecchie sembrano stare meglio, inizierò a provare tutti questi prodotti Otosan. 
Ringrazio nuovamente l'azienda, in particolare Elisa, per la gentilezza e disponibilità che ha dimostrato nei miei confronti, però ci tenevo a scrivere questo post per "mettervi in guardia" sullo spray. Io non voglio che questo post diventi polemico, ma penso che la corretta informazione sia fondamentale per fare scelte consapevoli, per cui con questi strumenti alla mano ognuno è libero di acquistare o meno questi prodotti. 

Link al video di Cristina qui.

Conoscete Otosan? Avete mai provato i loro prodotti?
Lasciatemelo nei commenti! 

8 commenti:

  1. Io ho comprato lo spray di cui parla Cristina però sinceramente non mi sono trovata molto bene. Non mi lascia la sensazione di orecchie ben pulite. Sento la necessità di usare comunque un cotton fioc mentre io speravo di poterli abolire completamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando ho scoperto grazie a Silvia dei dettagli dell'inci ho pensato proprio a te che so che l'avevi acquistato avendo visto il mio video e mi spiace. Infatti ho appena pubblicato un video di chiarimenti e scuse. Io però, dopo essermi abituata, avevo abolito i cottonfioc, ora invece li ho ripresi...

      Elimina
  2. Io ho comprato lo spray di cui parla Cristina però sinceramente non mi sono trovata molto bene. Non mi lascia la sensazione di orecchie ben pulite. Sento la necessità di usare comunque un cotton fioc mentre io speravo di poterli abolire completamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure il mio intento è quello di abolire i cotton fioc... spero di riuscirci!

      Elimina
  3. Io ho usato diverse volte i coni, mi ci sono trovata molto bene, solo che la confezione costa 10€... un po' tantino per i miei gusti ma va beh...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho mai usato i coni... chissà se inizierò a farlo proprio con questi!

      Elimina
  4. Caspita...da tener presente sicuramente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo sì, è sempre bene tenere gli occhi aperti

      Elimina